Rue du Cendrier 12-14

1201 Genève, Suisse

+41 (0) 76 214 97 23
+41 (0) 22 533 02 80

info@insardinia.ch

Confronta

5 buoni motivi per vivere in Sardegna, sei pronto?

5 buoni motivi per vivere in Sardegna, sei pronto?

Quali sono i 5 Motivi per chi volesse vivere in Sardegna

L’isola del vento e del mare incontaminato è nei sogni di molti italiani che la scelgono per passare delle vacanze speciali. In Sardegna non c’è che l’imbarazzo della scelta per passare qualche settimana che purifichi dalle tossine di un anno di stress cittadino. Si finisce col pensare di poterci vivere sempre, prendendo la fatidica decisioni di trasferirsi una volta raggiunta l’indipendenza economica e l’affrancamento dal lavoro.

Quali sono i motivi che dovrebbero spingere chiunque a preferirla per stabilirvisi in pianta stabile? Ne vediamo 5 con la convinzione che ce ne siano molti di più.

Il mare e le coste della Sardegna

Il primo motivo è scontato e riguarda l’aspetto fondamentale che trascina in Sardegna milioni di turisti. Per goderselo senza una scadenza e vivere in continuità un paesaggio incommensurabile.

Il mare è cristallino praticamente ovunque. Dalla Costa Smeralda a scendere passando per Buggerru , Chia, Villasimius, Costa Rei, per non parlare delle isole come Carloforte, Budelli,  l’Asinara, Caprera e l’incredibile mare che si trova a Sant’Antioco.

Posti unici da godere per molti mesi l’anno, non solo nel periodo estivo.

Il clima sardo e la possibilità di sfruttarlo

Quanto dura l’estate in Sardegna? se ci riferiamo al bagno in mare potremmo parlare di 4 mesi buoni, ma in realtà da aprile a inizio ottobre, il tempo permette di vivere all’aria aperta, poiché la primavera e l’autunno sono le stagioni più belle per godersi luoghi incontaminati senza la necessità di stare coperti e fare attenzione alle folle turistiche di luglio e agosto. Lo sport in questa Regione è tutto ciò che può essere fatto all’aria aperta, con o senza il mare.

Vista la quantità e qualità del vento, la vela, il surf, il wind surf, e il Kitesurf sono quelli che piacciono di più nei fuori stagione soprattutto.

Il cibo, la storia e le tradizioni sarde

L’isola sarda è piena di tradizioni locali che affondano nella notte dei tempi. Le feste tipiche a base di cultura e sublime cibo abbondano in qualsiasi periodo dell’anno.

Da ricordare la festa di Santa Greca a Decimomannu che si tiene vicino Cagliari l’ultima domenica di Settembre e che è famosa per la colonna di fumo creata dagli arrosti, con un profumo che si avverte a chilometri.

Poi il primo maggio c’è la famosa festa di Sant’Efisio a Cagliari; a Oristano nella prima primavera c’è la Sartiglia collegata alla Pasqua.

Come fare a non ricordare le ricette tipiche per cui si viene appositamente, come il porceddu arrosto, la bottarga di Cabras, ma ancora il torrone di Tonare, le Mandorle di Baressa e tanti prodotti che qui abbondano e nascono dalla natura.

Il costo della vita in Sardegna

A parte alcuni paesini (in Costa Smeralda) famosi per la presenza di miliardari, soprattutto russi ultimamente, in generale nell’isola si gode di un livello medio dei prezzi che è al disotto di un buon 30% rispetto ai costi delle grandi città come Milano o Roma.

Probabilmente il livello degli affitti è quello che testimonia di più il costo basso della vita poiché una casa con una stanza la si affitta per 400 euro al sud e poco più nel nord. Un immobile dello stesso tipo costa dai 70 mila euro in su.

Questo dato bisogna unirlo al primo punto trattato per capire che la qualità della vita che si può godere vivendo in questa isola che offre molto per la sua natura ad un costo contenuto praticamente ovunque.

Il ritmo della vita, la possibilità di mangiare del buon cibo, e la bellezza delle coste la rendono una meta ideale per chi dispone già di un reddito, tipica situazione in cui si trovano i pensionato.

La Sardegna allunga la vita

Uno dei motivi per cui questa isola è unica al mondo e per cui se ne sono occupati i giornali italiani e stranieri, è la presenza di un numero di centenari molto elevato in percentuale rispetto ad altre zone.

Le chiamano blue zones e sono dei luoghi in cui la frequenza di persone oltre i cento anni è significativamente superiore alla media del pianeta con riferimento al mondo occidentale. In questi luoghi si studia il DNA delle persone e le loro abitudini di vita con particolare riferimento al cibo.

Cosa c’è in quest’isola che permette di raggiungere ed oltrepassare i 100 anni? probabilmente il motivo bisogna ricercarlo nella miscela di motivazioni che sono riportate sopra. Il clima, il mare incontaminato, il cibo proveniente da un’agricoltura in cui la tradizione contadina prevale sulle modernità ed in ultimo l’atmosfera di convivialità che gli abitanti dell’isola hanno.

Il sardo è riservato ma amichevole, sa dosare l’amicizia che concede e non chiede per se mai nulla. Un anziano sardo è ciò che si immagina quando pensiamo ad un saggio.

C’è qualcosa di misterioso che lo lega all’isola ed è ciò che molti di noi vorrebbero scoprire, per fare ciò bisogna” vivere in Sardegna”

Intanto potresti dare un occhio alle nostre case, ville e appartamenti in vendita in Sardegna

 

 

img

Michele Corrias

    Correlati

    Quali sono i luogni dove trasferirsi per vivere meglio

    Dove trasferirsi per vivere meglio Per alcuni versi l'Italia sembra essere tornata ai tempo del...

    Continua a leggere